Calcola il tuo mutuo
Mercoledí, 05 Novembre 2014

In base ai dati forniti da Crif e Mutuisupermarket sull’analisi del mercato del credito per la casa, la fotografia è che nonostante le banche abbiano abbassato gli spread (diversi Istituti li hanno portati sotto il 2%) “è il mercato immobiliare a tenere a freno la ripartenza del mercato dei mutui che nel primo semestre 2014 cresce solo del 3,4%”. 
Dunque le famiglie aspettano segnali più positivi prima di progettare l’acquisto di una casa. 
Sono in crescita invece le richieste delle surroghe...

Lunedí, 20 Ottobre 2014

Con il termine anatocismo si intende la pratica per anni si è consolidata presso tutti gli istituti di credito e consistente nella illegittima chiusura trimestrale dei conti correnti, finalizzata alla trasformazione in capitale degli interessi maturati, di modo che, a partir dal trimestre successivo, detti interessi possano diventare produttivi di ulteriori interessi. 
La periodicità trimestrale di questa pratica, in forza della quale gli interessi passivi vengono capitalizzati quattro volte all’anno per tutti gli anni di durata del rapporto di conto corrente, produce un effetto moltiplicatore...

Mercoledí, 24 Settembre 2014

L’Associazione Bancaria Italiana e il Ministero dell’Economia firmeranno a breve un Protocollo di intesa per mettere in funzione un “Fondo di Garanzia per la Casa”, che sbloccherebbe 600 milioni di euro, utile a favorire finanziamenti alle giovani coppie e ai nuclei familiari in difficoltà. 
In particolare si tratterà di mutui ipotecari, garantiti dallo Stato a copertura del 50% della quota capitale, destinati all’acquisto della prima casa o alla ristrutturazione conseguente una migliore efficienza energetica degli immobili, sempre adibiti all’abitazione principale.
In attesa di conoscere le modalità di accesso a questo Fondo, che dovrebbe garantire prestiti per il periodo 2014-2016, vedremo se l’iniziativa voluta da Abi e Mef aumenterà ulteriormente la crescita di erogazioni di mutui, come già registrata nei primi 7 mesi di quest’anno (+ 29,2% rispetto al periodo gennaio-luglio 2013), ma soprattutto se riuscirà ad aiutare quelle famiglie in difficoltà e quei giovani precari che vorrebbero realizzare il sogno di comprarsi una casa.

Lunedí, 15 Settembre 2014

Dopo l’ultimo taglio dei tagli di interesse da parte della Banca Centrale Europea, che a sorpresa ha deciso di portarli al nuovo minimo storico dello 0,05%, anche le previsioni dei tassi euribor hanno subìto una revisione al ribasso: solo poche settimane fa, infatti, il Liffe di Londra prevedeva l’euribor a 3 mesi a 0,20% a fine 2014, invece oggi viene dato tra lo0,09 e lo 0,06%. Sempre secondo i tassi future, la scadenza trimestrale sarà stabile anche per tutto il 2015 e inizierà a salire, anche se lievemente, verso la fine del 2016, quando potrebbe superare di poco lo 0,20%. Tra fine 2017 ed inizio 2018 potrebbe toccare quota 0,50% e solo a settembre 2019 raggiungere la soglia dell’1%.

Mercoledí, 20 Agosto 2014

La crisi economica che stiamo vivendo è percepita da chiunque, da giovani e meno giovani, da professionisti e dipendenti, non solo precari, ma anche da lavoratori a tempo indeterminato che, nonostante il loro inquadramento, potrebbero comunque trovarsi senza lavoro.
Ecco dunque che sempre più spesso le banche, a garanzia del proprio credito, in caso di richiesta di mutuo, propongono delle coperture assicurative di “perdita lavoro” che intervengono e si sostituiscono al mutuatario nel pagamento per un predeterminato periodo (solitamente 12 mesi), affinché quest’ultimo possa reintegrarsi nel mondo del lavoro e cercare un nuovo impiego...

Giovedí, 31 Luglio 2014

Il Piano Casa 2014 voluto fortemente dal Governo presieduto da Matteo Renzi è stato approvato e presenta numerose novità e soluzioni più o meno valide per combattere l'emergenza abitativa che, da quando l'Italia è stretta nella morsa della crisi economica, si fa sempre più preoccupante.

Una delle novità destinate a suscitare maggiore interesse è quella che riguarda i mutui per ristrutturare casa, con misure d'incentivo per le case che necessitano di interventi di ristrutturazione

Il "Plafond Casa" previsto dal Governo è di 1.2 miliardi di euro da destinare alle ristrutturazioni o agli adeguamenti energetici delle abitazioni più datate.

In linea generale, non sono stati fissati requisiti specifici per poter avere accesso alle agevolazioni. Tutti i cittadini italiani possono farne richiesta ma, per creare una graduatoria coerente e giusta, ci sono delle categorie privilegiate cui è stata data la priorità...

Mercoledí, 16 Luglio 2014

Molti si trovano oggi nella situazione di non vedersi concesso un mutuo per una vecchia segnalazione come "cattivo pagatore". E’ importante conoscere alcune importanti informazioni che potranno tornare utili quando ci si accinge a richiedere un mutuo o un finanziamento. 

Le banche e società finanziarie, prima di concedere un credito, si informano sulla solvibilità dei richiedenti il mutuo, in modo che questi, una volta ricevuto il finanziamento, siano poi in grado di restituirlo senza problemi. La raccolta delle informazioni avviene attraverso centrali rischi "pubbliche" e centrali rischi "private"...

Martedí, 24 Giugno 2014

E' arrivata, nemmeno tanto a sorpresa, la richiesta delle banche italiane di reintrodurre la penale per l'estinzione anticipata del mutuo.

Nel 2006, infatti, con la Legge Bersani era stata liberalizzata l'estinzione del mutuo, senza l'obbligo del pagamento di una penale per aver chiuso in anticipo il finanziamento.

Questa situazione, però, a detta dell'Associazione Bancaria Italiana non è più sostenibile: con una richiesta ufficiale, infatti, l'Abi, che raggruppa tutte le principali banche e gruppi operanti in Italia, si è rivolta al ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan presentando un dossier ricco di oltre 41 pagine in cui è presente un lungo elenco di richieste per alleggerire la pressione fiscale sugli istituti di credito.

Stando a quanto riportato sul dossier, infatti, risulta che le banche italiane sono costrette a pagare il 15% in più di tasse...

Venerdí, 13 Giugno 2014

 Il 16 Giugno sarà una data cruciale per tutti i possessori di un immobile: scade, infatti, il termine per pagare la prima rata dell'Imu, il primo acconto per il 2014, ma sarà anche il termine per pagare la rata della Tasi, laddove i comuni avessero già deliberato le aliquote per la determinazione degli importi da corrispondere.

La tanto odiata tassa sulla casa è stata notevolmente modificata dai due governi che si sono succeduti a quello Monti e, quest'anno, la prima rata è dovuta esclusivamente dai possessori di seconde o terze case: sono quindi esclusi i proprietari di prima casa, così come richiesto a gran voce negli anni scorsi.

Sono presenti numerose eccezioni...

Giovedí, 05 Giugno 2014

La Banca Centrale Europea, in seguito alla riunione del Consiglio direttivo, ha deciso di tagliare i tassi di interesse dallo 0,25% allo 0,15%. E' un nuovo minimo storico. Dai prossimi giorni ci potrebbero essere ulteriori cali dei tassi euribor.

Martedí, 03 Giugno 2014

Come ormai noto, lo scorso anno la Corte di Cassazione, con la più volte enunciata sentenza n. 350 del 9 gennaio 2013 in materia di usura nei contratti di mutuo, ha chiarito due punti fondamentali: il primo relativo alla circostanza che il momento rilevante per determinare se un contratto è usurario o meno è quello della sottoscrizione del contratto stesso, ovvero il momento in cui gli interessi sono promessi o comunque convenuti, a qualsiasi titolo; in secondo luogo ha ribadito che, se contrattualmente viene pattuito un interesse di mora che supera il tasso usuraio in quel momento in vigore, vale anche in questo caso il disposto di cui al secondo comma dell’art. 1815 cod. civ., che afferma: “Se sono convenuti interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi”.

Le banche, già consapevoli del rischio di incorrere...

Lunedí, 26 Maggio 2014

Già in occasione della prossima riunione del Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea, che si terrà il prossimo 5 giugno, potrebbe essere presa la decisione di abbassare ulteriormente il tasso di riferimento della BCE dall’attuale 0,25% a 0,15% o addirittura a 0,10%.

L’obiettivo della Banca Centrale guidata da Mario Draghi sarebbe quello di combattere la minaccia della deflazione, che fa calare la domanda danneggiando l’economia continentale.

Inoltre la BCE porterebbe i tassi negativi sui depositi degli istituti di credito, favorendo l'accesso al credito, con l’intento di stimolare le banche ad immettere sul mercato nuova liquidità tramite finanziamenti e prestiti alle famiglie e alle imprese.

Lunedí, 28 Aprile 2014

Le banche tornano ad erogare mutui: nei primi 2 mesi del 2014 i prestiti per l’acquisto della casa sono aumentati del 18,5%(3,2 miliardi l’erogato totale).

Da una parte, sicuramente, molte famiglie hanno più fiducia per il futuro, dall’altra parte, le banche, forse per il calo dei rendimenti dei titoli di Stato, hanno deciso di dedicarsi maggiormente al “business dei mutui” e finalmente agevolare di più l’accesso al credito. La prima mossa inevitabile è stata quella di abbassare gli spread bancari. Fino all’anno scorso non si trovava uno spread più basso del 3,5%. Oggi lo spread più basso è quello di Credem, 2,10%, seguito da quello di Unicredit e Banca Mediolanum che propongono un 2,25% e Bnl con un 2,45% mentre altri istituti promettono ribassi da qui a dopo l’estate.

 

Ma questi nuovi spread sono proprio per tutti?

No. L’offerta delle banche è rivolta a quei mutui che non superano...

Martedí, 15 Aprile 2014

Introdotta nel 2007 dal Decreto Bersani, la surroga del mutuo è il trasferimento del prestito da una banca ad un altra. Attraverso la surroga, o portabilità, il mutuatario può ottenere migliori condizioni senza oneri e costi aggiuntivi. Per semplificare la procedura, il Decreto Bersani ha eliminato l'obbligo di cancellare l'ipoteca con il vecchio istituto di credito prima di poterne aprire un'altra, offrendo così, al richiedente, la possibilità di stipulare subito un nuovo accordo con la banca subentrante, più vantaggioso del precedente e risparmiando sui costi notarili. Oggi le offerte dei mutui degli istituti di credito sono in continua evoluzione e informandosi e conoscendo le condizioni applicate dalle diverse banche, la surroga rappresenta un'ottima opportunità per scegliere il piano finanziario più giusto, non solo per chi sta accendendo un mutuo ma anche per chi il mutuo lo ha già. Sempre più italiani decidono di sostituire il proprio mutuo. Recenti studi dimostrano che le richieste di surroga rappresentano ormai un quinto della domanda totale dei mutui.
Ma quali sono, nello specifico, le caratteristiche della surroga del mutuo? Innanzitutto, c'è la possibilità di passare da un tasso all'altro (dal variabile al fisso o viceversa)...

Mercoledí, 09 Aprile 2014

Nel 2013 il mercato immobiliare in Italia ha toccato il livello più basso degli ultimi 6 anni: secondo l’Osservatorio dell'Agenzia delle Entrate le compravendite residenziali sono calate del 9,2%, l’ennesimo ribasso annuale degli ultimi anni. Ci sono però i primi segnali di ripresa nel 2014: infatti nei primi 3 mesi dell’anno i mutui per l’acquisto della casa sono aumentati del 10% rispetto al primo trimestre dell’anno scorso e del 18% se consideriamo solo gennaio e febbraio.Questo non significa che il mercato dei mutui si sia definitivamente ripreso però è positiva la fiducia di tante famiglie che desiderano investire nuovamente nella propria abitazione. Sicuramente determinante a questa inversione di tendenza è stata anche un’offerta dei mutui più dinamica da parte delle banche...