Euribor.it

 Tassi Oggi
  • EURIBOR [26/04/2017] 1 Mese -0.37    3 Mesi -0.33    6 Mesi -0.25    1 Anno -0.12   
  • EURIRS [25/04/2017] 5 Anni 0.23   10 Anni 0.83   15 Anni 1.20   20 Anni 1.35   25 Anni 1.40   30 Anni 1.43   

News

Ecobonus 2017, bonus mobili, sismabonus, continuano le detrazioni fiscali

Ecobonus 2017, bonus mobili, sismabonus, continuano le detrazioni fiscali
gennaio 12
09:35 2017

L’80% degli italiani vive in una casa di proprietà, ma spesso necessità di essere ristrutturata. Chi fosse interessato a migliorare le condizioni della propria abitazione, deve sapere che le detrazioni fiscali continuano anche per quest’anno. È quanto previsto nella Legge di Stabilità 2017, che proroga al prossimo 31 dicembre gli incentivi per chi realizzerà interventi di efficienza energetica, lavori di ristrutturazione e installazione di nuovi impianti. Vediamoli nel dettaglio.

Lavori di ristrutturazione edilizia: agevolazioni del 50%. Riguarda l’acquisto di impianti che producono energia da fonti rinnovabili o che abbassano i consumi, come gli impianti fotovoltaici, gli scaldacqua o i condizionatori a pompa di calore.

Interventi di miglioramento energetico per le singole unità immobiliari: incentivo del 65%. Tra gli interventi rientrano l’installazione di pannelli solari o la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.
Novità per il condominio: la detrazione può salire fino al 75% se l’intervento interessa almeno il 25% dell’intero stabile. I lavori e le spese dovranno essere sostenuti dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021.

Bonus mobili: sconto Irpef del 50% per un massimo di 10.000 euro di spesa. Vale per chi acquista mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione.

Sismabonus: detrazione del 50% per interventi di riduzione del rischio sismico dell’edificio effettuati dal 2017 al 2021. La percentuale dell’agevolazione dipende dalla zona geografica di rischio.

Tetti di spesa. Le detrazioni variano in base ai lavori effettuati. Si va da un minimo di 30 mila euro per l’installazione di pompe di calore e impianti geotermici, ad un massimo di 100 mila euro per gli interventi di riqualificazione globale.

Per usufruire delle agevolazioni, i pagamenti dovranno essere effettuati con bonifico bancario o postale. Il rimborso avverrà in dieci anni con rate di pari importo. È importante conservare tutta la documentazione riguardante i lavori effettuati e le ricevute di pagamento.

Chi può accedere agli incentivi. Sono ammesse le persone fisiche intestatarie dell’immobile, ma anche il coniuge, i figli e i parenti non intestatari che però sostengono le spese per la realizzazione dei lavori, i titolari di un diritto reale sull’immobile e gli inquilini in affitto o in comodato. Inoltre sono previste le agevolazioni anche alle società di persone, alle società di capitali e alle associazioni tra professionisti.

Condividi

Articoli Correlati

CALCOLA IL TUO MUTUO