Euribor.it

 Tassi Oggi
  • EURIBOR [26/04/2017] 1 Mese -0.37    3 Mesi -0.33    6 Mesi -0.25    1 Anno -0.12   
  • EURIRS [25/04/2017] 5 Anni 0.23   10 Anni 0.83   15 Anni 1.20   20 Anni 1.35   25 Anni 1.40   30 Anni 1.43   

News

Surroga della surroga, è possibile?

Surroga della surroga, è possibile?
gennaio 17
09:22 2017

Grazie alla surroga, ovvero la possibilità di trasferire il mutuo da una banca ad un’altra senza pagare alcuna spesa, molti italiani hanno sfruttato l’era dei tassi ai minimi storici per migliorare il proprio mutuo adeguandolo a condizioni di mercato più vantaggiose.

Per esempio, chi aveva un mutuo a tasso fisso al 5% stipulato nel 2008, dopo aver rottamato il vecchio finanziamento passando al tasso variabile, oggi, con l’Euribor sotto zero, per un mutuo di 150 mila euro in 25 anni, sta risparmiando circa 300 euro al mese, da 876 a 578 euro.

Chi ha già surrogato il proprio mutuo può fare una seconda surroga sullo stesso finanziamento?

Diciamo subito che tecnicamente è possibile, dal momento che la normativa che regola la portabilità del mutuo, la Legge del 2 aprile 2007, n. 40, meglio conosciuta come Decreto Bersani, non fa riferimento ad alcun limite di volte in cui si può effettuare la surroga sullo stesso mutuo.

In passato, al massimo, sono state le banche ad essere diffidenti nei confronti del “surrogatore abituale”, perché sarebbe poco conveniente mettere in moto la macchina della surroga, con tutti i costi a carico dell’istituto di credito e poi, dopo qualche anno, rischiare di perdere il cliente perché “predisposto” a cercare la banca di turno migliore.

Ma i tempi sono cambiati. Oggi molte banche stanno prendendo in considerazione la surroga della surroga e offrono condizioni migliori, dove possibile, ai clienti della concorrenza.

E potrebbe essere un vantaggio per la banca. Considerando che gli istituti di credito non avranno un “mutuatario novello” di cui non si conosce la storia creditizia passata, i rischi di insolvenza diminuiscono notevolmente. Inoltre, il rottamatore del vecchio finanziamento è un mutuatario preparato sull’andamento dei tassi, consapevole del risparmio e quasi sempre un “buon pagatore”. Il cliente da non farsi scappare.

La surroga della surroga sarà sempre più accettata dalle banche. Soprattutto nei prossimi anni, quando inevitabilmente i tassi Euribor cominceranno a salire e i titolari di un mutuo a tasso variabile decideranno di passare a un più sicuro tasso fisso. Le banche, c’è da crederci, sono già preparate a questa prossima nuova ondata di surroghe che presto o dopo si verificherà.

Il mutuatario, a sua volta, farebbe sempre bene a verificare e controllare periodicamente il proprio mutuo, prima di tutto essendo cosciente del tasso che sta pagando e delle condizioni applicate e poi confrontandolo periodicamente con le migliori offerte presenti sul mercato.

Condividi

Articoli Correlati

CALCOLA IL TUO MUTUO