Euribor.it

 Tassi Oggi
  • EURIBOR [21/07/2017] 1 Mese -0.37    3 Mesi -0.33    6 Mesi -0.27    1 Anno -0.15   
  • EURIRS [21/07/2017] 5 Anni 0.26   10 Anni 0.90   15 Anni 1.30   20 Anni 1.48   25 Anni 1.57   30 Anni 1.59   

Previsioni Tassi

21 luglio 2017

I tassi di interesse restano invariati al minimo storico dello 0,0%. In seguito all’ultima riunione della Banca centrale europea del 20 luglio, il Consiglio direttivo ha deciso di mantenere invariato il tasso di riferimento principale, così come il tasso sui depositi bancari a -0,40% e quello di rifinanziamento marginale a 0,25%.

Secondo Mario Draghi, “l’inflazione è ancora debole e deve mostrare segnali convincenti di una ripresa”. E finché l’inflazione non si attesterà ai livelli sperati, ovvero poco sotto al 2%, i tassi rimarranno bassi ancora a lungo.

Crescita dell’Eurozona. Il presidente Bce ha detto che “la ripresa è sempre più diffusa in tutte le aree e gli ultimi dati mostrano che la crescita continuerà solida nel prossimo futuro”.

Quantitative easing. La politica monetaria espansiva della Bce, tramite l’acquisto di titoli di Stato, continuerà sulla linea di 60 miliardi al mese fino a dicembre di quest’anno, “o oltre se necessario”.

I tassi oggi. Tutte le scadenze Euribor restano sotto zero. L’Euribor 1 mese è fermo a -0,37 da oltre un anno (7 luglio 2016 l’ultima variazione), l’Euribor 3 mesi è a -0,33 da 6 mesi (ultima variazione 12 gennaio), mentre la scadenza semestrale ha registrato un nuovo minimo storico (oggi a -0,27, ultima variazione 13 giugno).

Previsioni Euribor. Nonostante le parole del presidente Draghi, i tassi futures mostrano che l’Euribor salirà, anche se molto lentamente. L’aumento potrebbe esserci già nei prossimi mesi. La scadenza trimestrale dell’Euribor, infatti, viene prevista a -0,30 entro la fine del 2017. Tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019 l’Euribor potrebbe uscire dal territorio negativo e cominciare una lenta crescita fino ad arrivare a quota 0,50 nel 2020 e 1 nel 2022.

Previsioni Eurirs. Anche il parametro di riferimento dei mutui a tasso fisso potrebbe salire per effetto delle aspettative di crescita dell’inflazione nell’Eurozona per i prossimi 5 anni. Solo negli ultimi 8 mesi, l’Irs è già aumentato per tutte le scadenze di oltre mezzo punto percentuale.

Le affermazioni di Euribor.it in merito alle previsioni di tassi futuri non sono da considerarsi dati certi. Pertanto si consiglia ai lettori di non prendere decisioni relative alla scelta di un mutuo o di un finanziamento in base a quanto riportato in questo sito. Le previsioni dei tassi futures variano settimanalmente e sono quotati al Liffe di Londra.

CALCOLA IL TUO MUTUO