Tassi Oggi
  • EURIBOR [20/06/2018] 1 Mese -0.37    3 Mesi -0.32    6 Mesi -0.27    1 Anno -0.18   
  • EURIRS [20/06/2018] 5 Anni 0.27   10 Anni 0.91   15 Anni 1.29   20 Anni 1.45   25 Anni 1.51   30 Anni 1.53   

News

Mutuo consolidamento debiti cos’è e come funziona

Mutuo consolidamento debiti cos’è e come funziona
gennaio 17
18:50 2018

Qualche anno fa hai chiesto un mutuo per l’acquisto della casa nella quale vivi. Non avevi fatto bene i conti e hai dovuto utilizzare i tuoi risparmi per comprare parte dell’arredamento e nel frattempo ti si è rotta l’automobile e hai dovuto richiedere un altro finanziamento. Dopo l’ultimo piccolo prestito per gli elettrodometici e la cessione del quinto dello stipendio ottenuta l’anno scorso per un’esigenza improvvisa ti sei però reso conto che ogni mese diventa sempre più difficile. Tra qualche mese, con questo passo, dovresti chiedere uno scoperto di conto corrente per pagare regolarmente il mutuo e non rischiare di essere segnalato in Centrale rischi.

Se le rate del mutuo e i prestiti incidono in maniera significativa sul tuo bilancio familiare, allora il mutuo consolidamento debiti può fare al tuo caso.

Cos’è il mutuo consolidamento debiti?

Il consolidamento dei debiti è un mutuo sostituzione al quale puoi aggiungere la liquidità necessaria per la chiusura degli altri debiti in corso permettendoti di pagare un’unica rata mensile, che dilazionata in più anni, diventerà un impegno finanziario più sostenibile.

La condizione indispensabile per ottenere questa tipologia di mutuo è la regolarità di tutti i pagamenti delle rate del mutuo e dei prestiti. In genere, le banche concedono un mutuo massimo che non può superare l’80% del valore dell’immobile.

Facciamo un esempio. Hai un mutuo di 25 anni con un debito residuo di 80 mila euro e rata mensile di 450 euro. Restano da pagare circa 20 anni. Il prestito per l’automobile ha una rata di 200 euro per altri 4 anni e il prestito per gli elettrodomestici ammonta a 60 euro al mese per un altro anno. La rata della cessione del quinto dello stipendio ti costa 250 euro al mese per un impegno mensile totale di 960 euro. Hai uno stipendio di 1.500 euro mensili. Hai sempre pagato regolarmente, anche se a fatica, tutti gli impegni presi. I debiti totali ammontano a 100 mila euro. Il valore del tuo immobile è stimato intorno a 130 mila euro. Puoi chiedere fino all’80% del valore, ovvero 104 mila euro.

Chiedendo un mutuo consolidamento debiti potrai estinguere tutti i debiti ed avere un’unica rata spalmata in più anni ed avere un esborso più comodo. Veniamo alla durata. Ti restano ancora 20 anni di mutuo ma ipotizziamo di allungare la durata per permetterti di avere una rata ancora più agevolata. Utilizziamo il nostro Calcolatore rata mutuo ed ecco che 100 mila euro in 25 anni, ad un tasso fisso del 3% (il tasso consolidamento debiti è generalmente più alto di altri) costerebbe 474 euro al mese. Mantenendo la durata residua di 20 anni, avresti una rata mensile di 554 euro.

In generale, con il mutuo consolidamento dei debiti pagherai senza dubbio più interessi, ma almeno avrai una rata più adatta alle tue entrate e potrai ricominciare da capo senza il rischio di non riuscire a pagare i tuoi impegni finanziari.

Scopri quali sono le banche che potrebbero riuscire a concederti un mutuo consolidamento debiti. Contattaci adesso per una consulenza gratuita e un preventivo mutuo senza impegno. Se sei in una situazione di difficoltà, potrebbe valerne la pena.

Questa tipologia di mutuo per molti sembrerà un “ricominciare da capo e non finire mai di pagare”, ma in diversi casi può essere una valida soluzione per gestire meglio la propria situazione finanziaria influenzata negativamente dall’accesso al credito troppo facile che è stato spinto dal sistema bancario gli anni prima della crisi.

I debiti “consolidabili” possono essere di diversa natura: mutui, prestiti rateali (sia personali che credito al consumo) e cessione del quinto, purché in capo ad un’unica persona fisica.

Sono invece esclusi i debiti di carte di debito, credito revolving, scoperto di conto corrente e concessioni di fido.

Condividi

CONTROLLO MUTUO