Tassi Oggi
  • EURIBOR [22/01/2018] 1 Mese -0.37    3 Mesi -0.33    6 Mesi -0.28    1 Anno -0.19   
  • EURIRS [19/01/2018] 5 Anni 0.37   10 Anni 0.99   15 Anni 1.34   20 Anni 1.50   25 Anni 1.55   30 Anni 1.56   

Previsioni Tassi

Previsioni Euribor aggiornate al 15 gennaio 2018

La politica monetaria espansiva della Bce continuerà anche nel 2018 con l’acquisto di titoli di Stato, anche se a ritmo ridotto rispetto al 2017, passando da 60 a 30 miliardi di euro al mese fino al prossimo settembre. Pertanto, appare scontato che i tassi rimarranno invariati per tutto il 2018.

È lecito attendersi dunque che i tassi Bce si mantengano agli attuali livelli per un prolungato periodo di tempo ed oltre l’orizzonte degli acquisti dei titoli di Stato.

Ci sono anche altre teorie secondo cui un rialzo dei tassi di interesse potrebbe avvenire prima del previsto. L’inizio della catena partirebbe da lontano, dagli Stati Uniti, in cui è in corso una riforma fiscale che potrebbe aumentare i flussi di capitali verso gli Usa con la conseguenza di un rafforzamento del dollaro. A questo punto, la Federal Reserve potrebbe alzare i tassi ancora più velocemente di quanto previsto (3 aumenti nel corso del 2018) e la Bce si troverebbe “costretta” a ridurre la fase di decoupling, ovvero l’andamento disallineato delle politiche monetarie tra le aree Usa-Ue ed anticipare anche in Europa un rialzo dei tassi.

Per questa ragione, le stime di un prossimo rialzo che fino a qualche settimana fa erano previste per la fine del 2019, oggi i futures sugli indici Euribor indicano un possibile aumento già nella primavera del 2019, tra circa un anno.

Un rialzo dei tassi Bce porterebbe l’Euribor a salire per la prima volta dopo più di tre anni di stabilità a quota zero-virgola o addirittura sottozero. Comunque, i titolari di un mutuo a tasso variabile non devono preoccuparsi in quanto prima che l’indice Euribor torni in territorio positivo passerà del tempo.

Euribor oggi. Tutte le scadenze Euribor sono stabilemnte ai minimi storici. L’Euribor 1 mese è fermo a -0,37 da oltre 18 mesi (7 luglio 2016 l’ultima variazione), l’Euribor 3 mesi è a -0,33 da un anno (ultima variazione 12 gennaio 2017), mentre la scadenza semestrale è all’attuale -0,27 dallo scorso 13 giugno.

Previsioni Euribor. I tassi futures mostrano che l’Euribor salirà, anche se lentamente. Un aumento potrebbe verificarsi nei prossimi mesi, ma rimanendo sempre in territorio negativo. Solo nella seconda parte del 2019 l’indice potrebbe raggiungere la soglia psicologica dello zero. La scadenza trimestrale dell’Euribor dovrebbe successivamente cominciare una costante crescita portandosi a quota 0,50 entro fine 2020 e all’1 nel 2022.

Previsioni Eurirs. Al contrario dell’Euribor, l’Eurirs, il parametro di riferimento dei mutui a tasso fisso, potrebbe subire un rialzo per le aspettative di crescita dell’inflazione nell’Eurozona. Nel corso del 2017 l’Eurirs è già aumentato di circa 0,20 punti base di media per tutte le scadenze.

Le affermazioni di Euribor.it in merito alle previsioni di tassi futuri non sono da considerarsi dati certi. Pertanto si consiglia ai lettori di non prendere decisioni relative alla scelta di un mutuo o di un finanziamento in base a quanto riportato in questo sito. Le previsioni dei tassi futures variano settimanalmente e sono quotati al Liffe di Londra.